Rughe: arte e innovazione

52° Congresso Nazionale ADOI
19 Settembre 2013

Il rapporto delle italiane con le rughe e i rimedi adottati per contrastare i segni del tempo.

 

“Attenzione al sole, alimentazione e uso costante di una crema antirughe specifica sono le carte vincenti.”

 

Questi i consigli del sociologo Enrico Finzi in occasione del simposio “Rughe: arte e innovazione” nell’ambito del 52° Congresso Nazionale ADOI (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani) durante il quale è stata presentata la ricerca “Le donne italiane e le rughe”.

 

Realizzata da Johnson&Johnson con l’istituto di ricerca Astraricerche, l’indagine rivela che le donne italiane affrontano in modo sereno i segni del tempo, preferendo una costante cura di sé a rimedi invasivi come il bisturi e il botulino.

 

Questa conclusione trova conferma anche nelle parole del Prof. Zuffi, storico dell’arte intervenuto nel dibattito, che ha spiegato come rispetto al passato i canoni della bellezza femminile nell’arte sono profondamente cambiati, così come sono cambiati il ruolo sociale e lo stile di vita delle donne.

 

Secondo gli esperti del settore quindi, risultano sempre più importanti i progressi raggiunti, soprattutto nell’utilizzo cosmetico del retinolo, in grado di aiutare a rallentare l’invecchiamento cellulare e di contrastare il foto danneggiamento.

 

Tra le novità, la formula al retinolo attivo che combina la molecola di retinolo con il DMC (diidrossi-metil-cromone) e con frammenti a basso peso molecolare di Acido Ialuronico (LMW-HA) che potenzia l’efficacia clinica antirughe. Da un recente studio clinico risulta che queste formulazioni, presenti nella crema RoC® RETIN-OX CORREXION®, hanno migliorato lo stato delle “zampe di gallina”, della levigatezza e della luminosità della pelle dopo soli 7 giorni di uso giornaliero*.

 

Questo concetto è stato ribadito anche dall’Amministratore delegato Johnson & Johnson Italia, Gaetano Colabucci, che a chiusura del suo intervento ha sottolineato come sviluppare nuove tecnologie per la cura della pelle all’insegna dei più elevati standard di tollerabilità, sicurezza e qualità delle formulazioni diventi sempre più un requisito fondamentale per gli attori principali del mercato cosmetico-farmaceutico.

 

Scarica il comunicato completo

 

*Valutazione Clinica 41 donne.